Prevenzione e gestione dei focolai nella Scuola

La ASL Roma 2 ha aggiornato le procedure di prevenzione e gestione dei focolai di Sars-Cov-2 nell’ambito scolastico, recependo le indicazioni della Circolare del Ministero della Salute e del Ministero dell’Istruzione n. 11 emanata l’8 gennaio 2022.

Tali indicazioni, contenute in questa nota informativa relativa alle nuove procedure di prevenzione e gestione dei focolai di SarsCov-2 nell’ambito scolastico, sono orientate a garantire il più possibile la Didattica in Presenza, riducendo – qualora previsto – il ricorso alla quarantena e introducendo al suo posto l’Auto-sorveglianza” nella scuola secondaria.

L’Auto-sorveglianza per la scuola secondaria:

  • inizia se nella classe si verifica 1 caso positivo Covid-19 al tampone (antigenico o molecolare); in questa situazione la scuola prosegue l’attività in presenza e comunica alla classe l’avvio dell’Autosorveglianza secondo le procedure standard della ASL.
  • prevede il monitoraggio dei sintomi e della temperatura due volte al giorno. In caso di comparsa di sintomi, il ragazzo deve avvertire immediatamente il medico curante ed effettuare un test antigenico rapido o molecolare il prima possibile; qualora persistano i sintomi, è necessario effettuare un ulteriore test (antigenico o molecolare) al quinto giorno successivo alla data dell’ultimo contatto con il caso positivo.
  • Prevede l’utilizzo obbligatorio, inoltre, di dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2 per almeno 10 giorni dall’ultima esposizione al caso.
  • in presenza di altri soggetti positivi nella classe non è possibile il rientro in classe e si attendono le disposizioni aggiuntive da parte della ASL

Nel periodo di Auto-sorveglianza si possono frequentare in presenza le lezioni scolastiche ma si consiglia di limitare tutte le altre attività sociali di comunità (ad esempio attività sportive in gruppo, frequentazione di feste, assembramenti, visite a soggetti fragili). Durante l’Auto-sorveglianza, si raccomanda di consumare i pasti a scuola mantenendo una distanza interpersonale di almeno due metri.

In presenza di 2 casi positivi nella stessa classe, per gli alunni inizia l’auto-sorveglianza/quarantena (nel caso della scuola secondaria).

Alla luce della nuova normativa i requisiti per poter frequentare in presenza, seppur in regime di Auto – sorveglianza, devono essere dimostrati dall’alunno interessato. L’istituzione scolastica, per effetto dell’intervento legislativo, è abilitata a prendere conoscenza dello stato vaccinale degli studenti in questo specifico caso. Ai sensi di quanto previsto dalla norma di legge, infatti, nell’ipotesi in cui si siano verificati due casi positivi nella scuola secondaria, è consentito proseguire la didattica in presenza solamente “per coloro che diano dimostrazione di avere concluso il ciclo vaccinale primario o di essere guariti da meno di centoventi giorni oppure di avere effettuato la dose di richiamo […]”.

In presenza di 3 casi positivi nella stessa classe, inizia la quarantena per tutti gli alunni della scuola secondaria. Si comunica alle famiglie che secondo la recente normativa, è caso confermato Covid -19 il soggetto con tampone molecolare o antigenico positivo, con o senza sintomatologia: quindi in presenza di un tampone rapido positivo NON è più richiesto il test molecolare di conferma. I tamponi di fine quarantena, sorveglianza con testing e in presenza di sintomi durante l’auto-sorveglianza possono essere eseguiti:

– Preferibilmente presso i Drive-in della ASL Roma 2, tramite auto-prenotazione sul sito della ASL Roma 2

– presso il medico curante (MMG e PlS) o uno dei punti/centri autorizzati dalla Regione, incluse le farmacie, o sul sito www.salutelazio.it/prenota-drive-in con o senza prescrizione del medico curante. – presso le strutture sanitarie o farmacie autorizzati dalla Regione e aderenti al protocollo d’intesa (elenco sul sito www.salutelazio.it) con ricetta dematerializzata del medico curante e specifico codice (opzione gratuita e valida SOLO per gli studenti delle scuole secondarie in auto-sorveglianza).

I test antigenici rapidi utilizzabili ai fini del tracciamento sono quelli validi per il rilascio del green pass Si raccomanda infine a tutte le famiglie di interrompere la frequenza scolastica dell’alunno in caso di comparsa di sintomatologia anche lieve e contattare il proprio medico curante per le valutazioni del caso. Ai fini della prevenzione, i bambini in attesa di esito di tampone antigenico/molecolare personale o di un familiare convivente, devono rimanere a casa.

Come da circ. 86, le indicazioni per le classi vengono trasmesse esclusivamente tramite Registro Elettronico.